Traduci con GOOGLE

Login

Per accedere ai contenuti riservati del sito GE.SE.FI.

Visite

246077
Oggi:
Ieri
Questa Sett.:
Scorsa Sett.:
Questo Mese:
Scorso Mese:
Tutte:
483
487
2332
112296
4478
6888
246077

Tuo IP: 54.234.247.118
2017-12-17 11:05

Chi è online

Abbiamo 47 visitatori e nessun utente online

FAQ: Consulenza psicologo

 

Se volete, potete contribuire inviandoci i Vostri quesiti, scrivendo o commentando. Vi risponderà uno psicologo, assieme ad un volontario. Grazie.

 

Consulenza psicologica e psicoterapia sono la stessa cosa?

No. Una consulenza psicologica è un parere, una lettura offerta da uno psicologo su un determinato problema: lì inizia e lì finisce. Una psicoterapia va più in profondità: generalmente (anche se ci sono le debite eccezioni) il discorso si estende dal problema alla persona nella sua globalità; per questo di solito il rapporto con il terapeuta dura di più, è più approfondito e ricco e prevede un numero maggiore di incontri rispetto a una consulenza.

 

Cosa accade durante una consulenza psicologica?

psicologo1

Una consulenza psicologica è un parere dato da uno psicologo su un problema che gli viene posto, in relazione agli aspetti psicologici della questione. Tramite una consulenza si mira a offrire alla persona degli elementi di riflessione e di approfondimento, affinchè le servano per trovare una risposta in autonomia alla sua difficoltà o, perlomeno, la aiutino a fare un passo avanti verso questa soluzione. In pratica è come se lo psicologo dicesse: "Io questa situazione, sotto il profilo psicologico, la vedo così". Non si tratta quindi di consigli su come comportarsi: le decisioni le prende sempre il diretto interessato. E' una lettura in chiave psicologica della questione.

 

In quali casi può servire?

  • se ci si vuol fare un'idea di un problema e si desidera una chiave di lettura psicologica;
  • se si vuol fare il punto su una situazione e valutare i passi successivi da compiere;

 

In quali casi è meglio non chiederla?

Bisogna tenere presente che una consulenza non è una psicoterapia. Perciò se si cerca una vera e propria psicoterapia, occorre affrontarla prevedendo un tempo nettamente maggiore. Viceversa un supporto psicologico può fornire uno spunto di riflessione su se stessi e su quello che stiamo vivendo. Ovviamente occorre sempre ricordare che è la persona stessa che agisce per trovare le proprie soluzioni, e quindi non può essere lo psicologo a prendere le decisioni al posto suo.

 

Se chiedo una consulenza la mia riservatezza viene rispettata?

psicologo2

Ovviamente sì. La riservatezza delle persone che si rivolgono ad uno psicologo viene protetta, sia che ci si incontri di persona sia che ci si incontri mediante altri mezzi di comunicazione. Viene sempre garantita la segretezza dei dati personali (cosiddetta "legge sulla privacy") e quella di tutte le notizie che emergono nel rapporto con il paziente. La segretezza delle informazioni è espressamente prevista dal Codice Deontologico all'articolo 11 e seguenti.

 

Come posso essere certo che una volta individuato uno psicologo, questi sia un operatore qualificato e professionale?

Gli psicologi che svolgono attività di consulenza devono comunicare al loro Ordine l'attività intrapresa. Perciò per avere conferma della qualifica e delle referenze di uno psicologo è sufficiente chiederne conferma all'Ordine Nazionale degli Psicologi, tenendo presente che l'Ordine Nazionale è suddiviso per regioni e province autonome. Perciò bisogna rivolgersi all'Ordine della regione o della provincia di appartenenza del professionista per avere tutte le informazioni professionali a riguardo.